Grattugia elettrica con filo o senza?

Possiamo distinguere le grattugie elettriche in due macro categorie: quello con filo e quelle senza filo. Di seguito metteremo a confronto questi due tipi di prodotti, cercando di evidenziare i punti chiave di ognuno di essi – al fine di informare il lettore e consigliarlo verso un acquisto più incline alle sue esigenze. Per informazioni più dettagliate si consiglia di visitare www.top3elettrodomestici.it.

      Le grattugie elettriche con filo sono i modelli più efficienti, e che hanno una resa decisamente migliore. Basti pensare che anche quelle professionali possiedono tale caratteristica! Di solito sono abbastanza grandi e capienti, e possono sopportare anche dei ritmi di lavoro abbastanza sostenuti. Con questi apparecchi si può grattugiare e sminuzzare qualsiasi tipo di alimento, persino i più duri e stagionati. Nel senso inverso invece sono largamente sfruttate anche per il taglio di cibi morbidi e polposi, come le verdure per esempio. Versatili, efficienti e resistenti nel tempo, sono i prodotti ideali per chi ha bisogno di un articolo affidabile e che possa durare negli anni. Il costo ovviamente è proporzionale alla qualità della macchina stessa.

      I modelli senza filo invece sono quelli che generalmente possiamo trovare nella maggior parte delle cucine casalinghe. Si tratta di piccoli dispositivi, solitamente sfruttati per grattugiare i formaggi, molto facili da usare. Sono leggeri e maneggevoli, e al contrario dei primi occupano poco spazio: si ripongono quindi molto facilmente, e senza troppi problemi. Per funzionare sfruttano l’aiuto di batterie – generalmente ricaricabili – che permettono di azionare il motore della grattugia. Ovviamente la potenza di questa è da considerarsi piuttosto bassa, ma se abbiamo bisogno di un prodotto da usare in casa è più che sufficiente. Un ulteriore pro di questo articolo è che possiamo grattare il formaggio direttamente a tavola, avendo porzioni di cibo sempre fresche ed evitando gli sprechi. In questo caso il costo cala notevolmente, e possiamo trovare dei modelli di buona fattura anche a una ventina di euro.

I primi modelli hanno una resa migliore, sono versatili e possono essere usati anche per scopi professionali. I secondi invece sono economici, maneggiabili facilmente e molto pratici da tenere in dispensa per ogni occasione.